TIPS CRYPTO

Cos’è l’Impermanent Loss (IL)?

L’impermanent loss, spesso abbreviato in IL, è la perdita potenziale che potresti subire mettendo liquidità in una pool, rispetto a detenere le due criptovalute senza investirle: più la forbice di prezzo fra le due si allarga col passare del tempo, più sale l’impermanent loss.

Esempio di Impermanent Loss in base alla variazione del prezzo
Esempio di Impermanent Loss in base alla variazione del prezzo

Puoi anche vederlo come un mancato guadagno, guadagno che potrebbe essere maggiore se conservi i token nel tuo wallet anziché metterli in una pool: pertanto non è da considerare come una vera e propria perdita.

Le pool che contengono asset che rimangono in una fascia di prezzo relativamente piccola saranno meno esposte a questo tipo di perdita.

Le stablecoin, ad esempio, hanno oscillazioni di prezzo praticamente inesistenti: nel caso di una pool composta da due stablecoin, il rischio di subire una perdita temporanea è vicina alla zero per chi fornisce liquidità.

Perché si continua a fornire liquidità se si è esposti a potenziali perdite?

Il motivo è perché l’impermanent loss può essere neutralizzata dalle trading fee (commissioni di negoziazione) o da un APR/APY molto elevato.

Per esempio, Uniswap addebita lo 0,3% su ogni operazione che va direttamente a chi fornisce liquidità. Paradossalmente, se c’è un volume di scambi molto alto in un dato pool, potrebbe essere redditizio fornire liquidità anche se il pool è esposto a perdite.

Stesso dicasi per le farm di alcuni progetti degen, dove gli interessi sono spropositati: se ricevi l’1% al giorno, è difficile che l’IL possa impattare sul tuo investimento.

Esempio di Impermament Loss

Facciamo ora un esempio pratico per capire l’impatto che può avere l’impermament loss sul tuo investimento.

Ipotizziamo una pool con un token (CRO, del valore di 0,15 dollari) e una stablecoin (USDC, del valore di 1 dollaro).

Se compri 1.000$ di LP CRO-USDC, avrai una pool composta da 3.333 CRO (pari a 500$) + 500 USDC (pari a 500$).

Mettiamo che in un un mese CRO raddoppia e arriva a 0,30$, mentre USDC (essendo una stablecoin) vale sempre 1$: avrai quindi 2.357 CRO (pari a 707$) + e 707 USDC (pari a 707$), per un totale di 1.414$.

Hai quindi guadagnato 414$ (rispetto all’investimento iniziale di 1.000$), ma se avessi tenuto i due asset separati nel tuo wallet, senza investirli, avresti ora 1.500$ (perché avresti goduto del raddoppio di CRO da 500$ a 1.000$, mentre USDC resta stabile a 500$): quegli 86$ di differenza sono l’impermanent loss.

Attenzione però: in questo calcolo non sono inclusi gli interessi che genera la pool nel corso del tempo, che concorrono a mitigare la perdita (più è alto l’APR, più sarà bassa la perdita… fino a compensarla del tutto o addirittura a diventare un guadagno).

Esistono sistemi semplici per calcolare l’Impermanent Loss?

Sì, fortunatamente su Google puoi trovare diversi impermanent loss calculator, siti nei quali è sufficiente inserire il prezzo iniziale e quello finale dei due token, ed ottenere la percentuale di IL.

Ecco due fra i migliori:

  • Calcolatore 1: serve per calcolare la perdita temporanea e l’utile netto di un singolo investimento aggiunto in un pool di liquidità, ponderato al 50% – 50%.
  • Calcolatore 2: serve per calcolare la perdita temporanea e l’utile netto di investimenti multipli aggiunti allo stesso pool di liquidità, ponderato al 50% – 50%.
Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto e degli investimenti. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

In evidenza

TIPS CRYPTO