TIPS CRYPTO

Cos’è il Ciclo di Mercato?

Un ciclo di mercato, in base agli studi del famoso trader e investitore Richard Wyckoff, è composto da quattro fasi:

  • accumulazione
  • markup
  • distribuzione
  • markdown
Tipico ciclo di mercato, secondo Richard Wyckoff
Tipico ciclo di mercato, secondo Richard Wyckoff

Nelle criptovalute, almeno fino ad oggi, questi cicli hanno una durata di circa quattro anni, essendo trainati da bitcoin e dal suo halving (che avviene, per l’appunto, ogni 48 mesi circa). In minima parte possono essere condizionati anche dai comportamenti di noti influencer (vedi il caso di Elon Musk con Dogecoin).

Fase di accumulazione

L’accumulo è la prima fase di ogni ciclo di mercato. Inizia dopo la fine del ciclo precedente, quando i venditori sono usciti dal mercato e si percepisce che i prezzi iniziano a stabilizzarsi.

In questa fase, il volume è generalmente inferiore alla media poiché l’interesse ad investire rimane basso. Pertanto non emerge una tendenza chiara e gli asset, in genere, vengono scambiati all’interno di un intervallo ristretto.

Caratteristiche:

  • Sentiment dominato dallo scetticismo e dall’incertezza
  • Bassa volatilità dei prezzi
  • Basso volume di scambi

La fase di accumulo è anche nota come fase di consolidamento, che generalmente segna la fine del trend ribassista. Alcuni potrebbero ancora considerarlo un momento incerto per investire, poiché può essere difficile dedurre se gli asset continueranno a scendere. Ma da un’altra prospettiva, gli holder di lungo termine spesso considerano la fase di accumulazione come il precursore di quello che sperano sarà l’inizio di un mercato rialzista.

Questo periodo è particolarmente interessante per gli investitori a lungo termine che desiderano acquistare e mantenere l’asset. Per i trader a breve termine, invece, la pazienza è fondamentale poiché questa fase può durare da settimane a mesi o addirittura anni. In questo punto, notizie positive relative ai movimenti di mercato possono catturare l’attenzione dei partecipanti e potenzialmente spingere il mercato alla fase successiva: la fase di markup.

Fase di markup

Comunemente indicata come bull market, la fase di markup è quando il mercato sale di prezzo a un tasso crescente. Durante la fase di markup nuovi investitori entrano a mercato, e ciò porta generalmente un notevole aumento di volume.

Dal punto di vista del sentiment, nonostante siano ancora cauti, gli investitori iniziano a diventare ottimisti riguardo alle prospettive poiché le aziende e i media iniziano a pubblicare notizie positive.

La domanda di un bene inizia a superare l’offerta, facendo sì che i prezzi si apprezzino di conseguenza.

Caratteristiche:

  • Sentiment del mercato dominato dall’ottimismo e dall’entusiasmo
  • Grafico dei prezzi in rialzo
  • Aumento del volume degli scambi
  • Condizioni economiche favorevoli

La fase di markup può essere un buon momento per i nuovi investitori per entrare a mercato, poiché il movimento al rialzo dei prezzi è molto più facile da riconoscere. Inoltre, i cali o i ritracciamenti nella fase di markup sono per lo più considerati da molti un’opportunità di acquisto, piuttosto che un segnale di cautela.

Tuttavia, nonostante l’ottimismo generale, nella fase di markup non tutti gli asset aumenteranno necessariamente di prezzo. Alcuni potrebbero ancora essere influenzati da notizie negative, andando in controtendenza rispetto al trend positivo.

Fase di distribuzione

Ad un certo punto, dopo una corsa al rialzo, alcuni acquirenti diventano venditori. Questa è la fase di distribuzione, in cui acquirenti e venditori sul mercato sono in equilibrio.

Da un lato, ci sono investitori che stanno ancora cercando di acquistare, poiché sono fiduciosi che il mercato rialzista non sia finito. Dall’altro lato ci sono i venditori, che stanno cercando di portare a casa i propri profitti: ciò crea tensione tra rialzisti e ribassisti. Mentre questa fase del mercato vede ancora un volume di scambi elevato, i prezzi degli asset fluttuano generalmente entro un intervallo limitato fino a quando i tori o gli orsi non si arrendono.

Di conseguenza, questa fase potrebbe far sì che il sentiment generale del mercato passi dall’ottimismo ad una incertezza sul fatto se il trend rialzista continuerà o se sta arrivando un mercato ribassista.

Caratteristiche:

  • Sentiment del mercato contrastato, fra fiducia, avidità e incertezza
  • Bassa volatilità dei prezzi
  • Elevato volume di scambi, ma senza aumento del prezzo

La fase di distribuzione è anche il primo segnale di debolezza dopo un mercato rialzista. A sua volta, questo può portare alcuni a dedurre che potrebbe essere in arrivo un’ulteriore tendenza al ribasso.

Durante questo periodo, alcuni investitori che hanno acquistato l’asset prima o all’inizio della fase di markup possono iniziare a liquidare le proprie posizioni in preparazione per quello che percepiscono come un mercato ribassista imminente, noto anche come fase di markdown.

Fase di markdown

La fase di ribasso, o bear market, è la fase più spaventosa per la maggior parte degli investitori. Inizia non appena l’offerta supera la domanda nella fase di distribuzione, ed è un periodo alimentato dalla paura poiché le prospettive diventano sempre più negative.

Più gli investitori iniziano a temere l’imminente calo del mercato, più cresce la pressione di vendita. In alcune situazioni, questo effetto a cascata può spingere i prezzi a livelli mai visti dalla fase di markup.

Da un punto di vista tecnico, la fase di ribasso è definita da un grafico di trend ribassista e da un calo del prezzo ad alto volume. Dal punto di vista del sentiment del mercato, inizia quando gli articoli sui media diventano negativi, con parole come “recessione” nel titolo.

Caratteristiche:

  • Sentiment del mercato dominato da ansia e panico
  • Grafico dei prezzi al ribasso
  • Elevato volume di scambi
  • Condizioni economiche sfavorevoli

La fase di ribasso è il sogno di un venditore allo scoperto e il periodo in cui è possibile guadagnare shortando il mercato. In questo periodo, anche le buone notizie possono avere difficoltà a far uscire un asset da una tendenza al ribasso, poiché gli investitori adottano un approccio cauto per evitare perdite visto il difficile clima economico a livello generale.

Ma c’è luce in fondo al tunnel, poiché le fasi di ribasso non durano per sempre. Alla fine di questa fase arriva generalmente il nuovo ciclo di mercato delle criptovalute. Quello che c’è dietro l’angolo potrebbe essere l’ennesima fase di markup.

Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto e degli investimenti. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

In evidenza

TIPS CRYPTO