Runes: Memecoin su Bitcoin

Le memecoin sono arrivate sulla blockchain di Bitcoin e tramite il protocollo Runes stanno facendo discutere tutta la community crypto.

Contenuti dell'articolo

Memecoin ovunque

Nel corso degli anni abbiamo imparato a convivere con quella categoria di criptovalute chiamate “memecoin”. Queste, volente o nolente, sono una parte fondamentale della cultura crypto e continueranno a far parte di questo mondo per sempre.

Le più famose sono ovviamente Dogecoin, Shiba Inu oppure Pepe e tutte queste hanno una cosa in comune: sono nate all’interno di blockchain programmabili, ovvero blockchain come Ethereum e Solana che funzionano grazie agli smart contracts.

Ora però c’è una grossa novità, in quanto, per la prima volta nella storia, le memecoin stanno arrivando anche all’interno della blockchain di Bitcoin, e questo grazie al tanto discusso protocollo Runes.

Nell’approfondimento di oggi cerchiamo di capire cosa sia questo protocollo, come funzioni, come si creano e scambiano Runes e tanto altro.

Cos’è il protocollo Runes?

Bitcoin Runes non è un token e non è neanche un NFT; questo è un protocollo che permette la creazione di token fungibili su Bitcoin. Runes è stato creato da Casey Rodarmor, ovvero la stessa persona che ha lanciato un altro progetto molto discusso sulla blockchain di Bitcoin, quello degli Ordinals.

Tramite Runes è dunque possibile creare token fungibili e, a detta del suo stesso fondatore, sarà la strada per creare memecoin all’interno di Bitcoin.

Questo è stato lanciato al blocco 840.000, ovvero quello dell’ultimo halving di Bitcoin, arrivato il 20 aprile ed è stato il motivo per cui abbiamo visto un picco incredibile nei costi transazionali nelle ore e nei giorni subito successivi all’halving.

Il livello di pazzia più alto è stato raggiunto proprio al primo blocco dell’halving, dove gli utenti hanno pagato oltre 40 BTC, ovvero circa 2,5 milioni di dollari, per entrare in quel blocco e minare i primi Runes della storia.

Differenze tra Runes e Ordinals

Se siamo già a conoscenza del primo protocollo creato da Rodarmor, ovvero gli Ordinals, potremmo considerare questi e soprattutto i loro derivati BRC-20 come dei predecessori dei Runes.

Per un certo verso questo è vero, i BRC-20 sono stati infatti il primo vero esperimento di token fungibili all’interno della blockchain di Bitcoin, ma ci sono anche delle differenze.

I BRC-20 vengono creati assegnando un “significato univoco” ai satoshi contenuti in un blocco mentre il protocollo Runes è qualcosa di totalmente nuovo e che sfrutta altre caratteristiche della blockchain di Bitcoin.

Tecnicamente parlando vi è una interazione con la UTXO della blockchain Bitcoin, ma se volete scendere veramente nel tecnico del protocollo Runes vi consiglio questo articolo, in italiano, di Alessandro Mazza.

Quali sono i Runes più famosi?

Abbiamo dunque capito che il protocollo Runes permette la creazione di token fungibili all’interno della blockchain di Bitcoin, ma quali sono i token più famosi?

Al momento la testa della classifica è in disputa fra RSIC–GENESIS-RUNES e DOG-GO-TO-THE-MOON.

Queste monete hanno ciascuna circa 330 milioni di capitalizzazione e ovviamente non c’è bisogno che vi ricordiamo che, oltre al valore di “meme” qua non c’è nessuna utilità che giustifichi queste capitalizzazioni.

Capitalizzazioni che per altro sono in pieno ritracciamento, in quanto l’hype derivato dal lancio del protocollo sta piano piano scemando e dunque anche l’interesse delle persone sta diminuendo attorno a questo nuovo settore.

Dove si scambiano i Runes?

Ma è possibile comprare e vendere questi token?

La risposta è, ovviamente, si!

In realtà sono già molti i marketplace disponibili, tra cui anche l’exchange centralizzato OKX che ha deciso di listare alcune delle Runes più importanti.

Se vogliamo però rimanere nell’ambito del decentralizzato ci sono due principali exchange che in questo momento sono il centro del trading di questi token.

Il primo si chiama Magic Eden, che oltre ad essere un classico marketplace di NFT su Ethereum, offre anche la possibilità di fare trading di Runes.

Non ci dobbimo scordare però che stiamo interagendo con la blockchain di Bitcoin e questo significa che non possiamo utilizzare Metamask o tutti gli altri wallet EVM compatibili che siamo abituati ad utilizzare tutti i giorni.

Per interagire con la “DeFi di Bitcoin” bisogna possedere un wallet dedicato e a oggi, i più utilizzati sono quelli di Xverse e quello di Magic Eden.

L’altro exchange dove si può fare trading dei Runes si chiama Unisat. Per entrambi il listing e la compravendita è più simile a quella degli NFTs in quanto questi token si possono spostare (e dunque vendere) solo in blocco.

L’hype sta svanendo, ma si salverà qualcosa?

Prendiamo in analisi il grafico di uno dei Runes più famosi e con la capitalizzazione più alta, ovvero DOGTOTHEMOON. Come possiamo vedere, questa, ma come la maggior parte dei grafici dei Runes, è in crollo totale, segno che, come dicevamo prima, l’hype sta svanendo.

Dopo aver raggiunto una capitalizzazione totale anche vicina ai 500 milioni di dollari, ora questa memecoin sta velocemente scivolando fino ai 300 milioni di dollari e non sembra volersi fermare a breve nella sua caduta.

La domanda ora da porsi è: Si salverà qualcosa da tutto questo?

Purtroppo non possiamo e non sappiamo darvi una risposta. Come dicevamo nell’introduzione, le memecoin hanno sempre fatto parte di questo settore e non pensiamo che nel prossimo futuro svaniranno nel nulla.

Rimane il fatto che, sia le memecoin quelle “classiche” create all’interno delle blockchain come Ethereum e Solana che queste nuove create tramite Runes, l’utilità pratica sia nulla e il loro “valore” sta solo nella pura speculazione che gli utenti gli applicano.

Siamo comunque curiosi di studiare i futuri sviluppi di questo nuovo settore e vi aggiorneremo con altri approfondimenti quando ci saranno le prossime importanti novità.

Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

Ultime notizie

Scopri le 10 ABITUDINI per la tua SICUREZZA CRYPTO.

Inserisci la tua email qua sotto per ricevere SUBITO la GUIDA in PDF: Riceverai la GUIDA via email