Report: I trend crypto della prima metà del 2024

Il 2024 ha già avuto l'esplosione di tantissimi crypto-trend, con le memecoin che dominano la scena.

Contenuti dell'articolo

Un settore molto vasto

Alle origini, ovvero nel 2008, il settore crypto era composto dalla sola blockchain di Bitcoin e, dunque, analizzare il mercato era estremamente semplice in quanto la moneta da monitorare era solamente una.

Oggi, come tutti sappiamo, ci sono tantissimi progetti diversi, tutti specializzati in ambiti differenti tra loro.

Ci sono categorie di progetti crypto legati al gaming, ai social decentralizzati, ai derivati finanziari, alle memecoin, a progetti legati all’intelligenza artificiale oppure agli NFTs. Queste sono solo alcune delle tante categorie di progetti crypto che oggi si possono trovare all’interno di questo settore.

Per avere una visione d’insieme rispetto a tutte le possibili categorie di progetti io vi consiglio di visitare la pagina “categories” di DeFiLlama e di perdervi tra le tantissime possibilità che vi troverete di fronte.

I trend del 2024 (fino ad oggi)

Nel corso degli anni, abbiamo iniziato a capire che all’interno del settore ci sono spesso momenti in cui esplodono alcuni trend, ovvero momenti nei quali i progetti legati a una determinata categoria incrementano tutti insieme e in maniera abbastanza irrazionale il loro valore.

Negli anni passati abbiamo avuto il trend del metaverso, poi quello della DeFi oppure quello legato alle monete del gaming.

Questi cambiano continuamente e analizzarli tutti diventa veramente complesso, soprattutto ora che sono tantissimi e molto differenziati tra loro.

Grazie a una ricerca condotta da BitEye e Wu Blockchain possiamo analizzare quelli che sono stati i trend crypto di maggiore successo in questa prima metà del 2024 e, come vedremo, i risultati sono veramente sorprendenti.

Le memecoin dominano il settore

Bisogna ammetterlo, anche se fa un po’ male, ma le memecoin sono uno dei cavalli di battaglia del mondo crypto.

Nuovi token come Brett (BRETT) e BOOK OF MEME (BOME) hanno catturato l’attenzione (e i portafogli degli investitori), con la prima che ha raggiunto un incremento del 14353% rispetto al prezzo di lancio.

Anche nel 2024, queste hanno letteralmente monopolizzato l’attenzione di tutti e i numeri parlano chiaro.

Negli scorsi sei mesi, questo settore ha visto un ritorno medio del 1834%, il che è semplicemente incredibile, soprattutto se comparato con le altre categorie crypto.

Questo ritorno è basato sulla media delle 10 monete più capitalizzate della categoria e, dunque, in questo caso sono state analizzate crypto come Doge, Shiba Inu, PEPE, WIF ecc.

Real World Assets

Il mondo blockchain è estremamente intrigante anche per le sue contrapposizioni. Se al primo posto dei trend di questo 2024 abbiamo le memecoin, ovvero monete completamente speculative e paragonabili ai casinò, al secondo posto, invece, abbiamo una categoria di monete molto più razionale e sensata, ovvero quelle legate alla tokenizzazione dei Real World Asset.

Abbiamo già approfondito questo argomento in un articolo dedicato, ma basti sapere che questo è uno dei settori che deve necessariamente svilupparsi se vogliamo che la DeFi raggiunga la mass adoption e si apra verso il mondo reale.

Il ritorno medio per le monete legate a questo settore è stato del 213%, che è un risultato ottimo ma abbastanza modesto se confrontato con le performance riportate dalle memecoin.

Intelligenza Artificiale

La buzzword del 2024 (ma anche del 2023) è sicuramente AI e anche all’interno del mondo crypto questo è stato uno degli argomenti più discussi e che ha ricevuto le maggiori attenzioni.

Progetti come Render, Injective e The Graph sono stati fra i più discussi negli ultimi mesi e ci aspettiamo che l’attenzione attorno a questo settore continui a rimanere alta, anche considerando il fatto che ChatGPT rilascerà a breve la sua nuova versione.

Il ritorno medio di questo settore è stato del 71%, meritevole dunque della terza posizione di questa speciale classifica.

Altri trend importanti

Subito fuori dal podio, abbiamo quella serie di monete legate alla categoria DePIN (Decentralized Physical Infrastructure Network), ovvero quelle dApp che hanno l’obiettivo di creare e gestire delle infrastrutture fisiche e la condivisione di potenza computazionale. Qui il ritorno medio è stato del 58%.

I layer 1, rimangono infine una delle narrative più costanti del settore, con monete come SOL, ATOM, ETH e ADA che continuano ad attirare nuovi investitori.

Queste hanno riportato un modesto +43%, ma siamo sicuri che torneranno a far parlare di sé quando tornerà il bull market, in quanto queste sono fra le monete che gli investitori, anche meno esperti, preferiscono accumulare in periodi di euforia.

Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

Ultime notizie

Scopri le 10 ABITUDINI per la tua SICUREZZA CRYPTO.

Inserisci la tua email qua sotto per ricevere SUBITO la GUIDA in PDF: Riceverai la GUIDA via email