L’ecosistema Terra/Luna torna a far parlare di sé

Dopo il crollo dell'intera blockchain avvenuto nel 2022, ora sembra che la speculazione sia tornata, ma fate attenzione!
LUNC e USTC salgono di prezzo

La blockchain Terra/Luna prima del collasso

Tutti coloro che seguivano il mercato crypto già nel 2022 si ricorderanno sicuramente della blockchain Terra/Luna e del protocollo Anchor, che pagava oltre il 20% dallo staking della stablecoin UST.

Per chi, invece, non lo conoscesse, sappiate che questa era assolutamente una delle blockchain più utilizzate e capitalizzate nell’ultimo bull market e il suo prodotto di punta era appunto UST, una stablecoin algoritmica, il cui valore non era garantito da un asset sottostante, ma funzionava grazie a un complesso meccanismo di arbitraggio fatto con un’altra moneta, ovvero Luna.

Nel maggio 2022, però, tutto questo sistema mostrò i suoi difetti, con la stablecoin che iniziò a perdere l’ancoraggio al dollaro; ciò portò a una bank run, con tutti gli utenti che volevano disfarsi della stablecoin, la quale è poi di fatto fallita, perdendo il 100% del suo valore, con Luna che ha seguito la stessa sorte.

Ritorna la speculazione

Da maggio 2022 non si è più sentito parlare dell’ecosistema Terra/Luna, se non per aggiornamenti relativi al processo di Do Kwon, ex CEO e ideatore di questo progetto. Negli ultimi giorni, però, abbiamo avuto un ritorno di interesse per questa stablecoin e Luna, che ora sono state rebrandizzate e si chiamano USTC e LUNC, dove la C finale sta per “classic”.

In particolare, USTC, che fino a qualche giorno fa aveva un valore di $0,013 (ovvero -99,9% rispetto al suo valore originario) nelle giornate del 26 e 27 ottobre ha riportato un impressionante spike al rialzo che l’ha portata a toccare addirittura $0,078 per unità. Un incremento del circa 500%, poi ridimensionato all’attuale +170%, ma perché è successo?

Perché è successo’

La motivazione principale per cui USTC e LUNC hanno avuto questo incredibile aumento nelle loro quotazioni sembra dovuta al lancio di MintCash, ovvero una dApp che propone un modello molto simile al precedente offerto da Anchor. Mintcash, infatti, offrirà una nuova stablecoin (sempre algoritmica), chiamata $CASH e il token $MINT che avrà l’obiettivo di gestire la volatilità della stablecoin, esattamente come il modello precedente di USDT e LUNA.

Il team di questa nuova dApp ha dichiarato tramite un post su X che tutti coloro che erano in possesso di UST e LUNA prima del collasso saranno resi eleggibili per l’airdrop del loro token. Questo ha suscitato entusiasmo, ma soprattutto speculazione attorno a questa blockchain, che, però, rimane morta e senza liquidità.

Purtroppo, nonostante l’importante lezione imparata nel corso del 2022 che ha dimostrato come questa tipologia di modelli sia insostenibile ed estremamente pericolosa, molti crypto-investitori speculano su questa tipologia di notizie, mendo a rischio la loro liquidità.

Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

Ultime notizie

Scopri le 10 ABITUDINI per la tua SICUREZZA CRYPTO.

Inserisci la tua email qua sotto per ricevere SUBITO la GUIDA in PDF: Riceverai la GUIDA via email