La classifica degli exchange centralizzati

CCData ha stilato una lista dei migliori exchange, valutandoli in base a diversi parametri e assegnandoli un voto di rating.
ranking exchange di CCData

Contenuti dell'articolo

CCData e la sua strategia di rating

CCData, fondata nel 2014, è un’azienda specializzata nella raccolta e condivisione di dati nel settore delle criptovalute. Grazie a un accurato processo di raccolta dati, l’azienda si è affermata nel corso degli anni come leader in questo settore.

Nello specifico, oggi analizzeremo il loro report relativo agli exchange centralizzati, il cui obiettivo era quello di stilare una classifica dei migliori, prendendo in considerazione moltissime variabili, come trasparenza dei fondi, team, quadro legale e sicurezza.  Questo non vuol dire che il primo exchange in classifica sia il migliore in assoluto, ogni utente ha diverse necessità e potrebbe dunque trovare il suo exchange preferito lontano dalle prime posizioni in questa classifica, che comunque è molto interessante analizzare.

Come è stata stilata la classifica

Ogni exchange è stato valutato in base a 9 parametri che erano: sicurezza, legal/regulation, KYC/transaction risk, fornitura dei dati, qualità degli asset/diversità, team/azienda, qualità dei mercati, trasparenza e penalità. Come potete vedere dall’immagine che segue, ogni categoria aveva un punteggio massimo diverso, con diverse gradazioni da AA a F stabilite in base al punteggio finale raccolto da quel specifico exchange. Un unico filtro è stato aggiunto riguardo alle categorie AA e A, dove, anche se la media dei punti era abbastanza per rientrarci, sono state richiesti punteggi minimi in termini di sicurezza, KYC, qualità dei mercati e penalità.

Coinbase si aggiudica la prima posizione

Finalmente è giunto il momento di svelare la classifica che vede, forse in modo sorprendente, Coinbase al primo posto. Nonostante non sia l’exchange che attiri il maggior volume in termini di scambi, la sua struttura altamente regolamentata, unita al fatto che sia un’azienda quotata in borsa, ha fatto sì che Coinbase accumulasse punti extra sul versante della sicurezza, garantendogli così la prima posizione con un totale di 90.30 punti. In totale, sono stati sette gli exchange centralizzati che sono riusciti a ottenere la valutazione massima, ovvero AA, con Bitstamp al secondo posto e Kraken al terzo. È molto interessante notare come, comunque, nella parte alta della classifica compaiano nomi relativamente poco conosciuti come “Bullish” o “LMAX Digital“, mentre exchange assolutamente più popolari come Binance e Crypto.com si trovino rispettivamente a una valutazione A il primo e BB il secondo.

Analisi della classifica

Come prima cosa, notiamo che gli exchange di alta classifica sono tutti americani; in particolare, tutto il podio presenta exchange nati o almeno regolamentati secondo le leggi americane. Tuttavia, il primo exchange non statunitense è Bybit, un exchange che mi sta piacendo tantissimo, anche grazie alla carta crypto che offre cashback fino al 5% della quale vi ho raccontanto nel super confronto di tutte le carte crypto. Nonostante il MiCA, ovvero il quadro regolamentativo delle criptovalute sul suolo europeo stia entrando in vigore, sembra ancora che agli exchange americani siano imposte misure legislative più stringenti, il che contribuisce a fargli guadagnare sicurezza e dunque punteggio per la classifica.

Classifica degli exchange di derivati e decentralizzati

Per completare questa analisi della classifica stilata da CCData, esaminiamo brevemente anche la classifica relativa agli exchange centralizzati che offrono trading di derivati. La classifica vede OKX al primo posto e Bybit al secondo, che si posiziona bene dunque anche su questo fronte. Binance guadagna la terza posizione in questa classifica, rimanendo comunque all’interno del range A. Infine, è stata stilata la classifica relativa agli exchange decentralizzati, con un risultato meno sorprendente rispetto agli altri. Uniswap infatti domina la scena, con Curve secondo e DyDx, che di recente ha lanciato la sua V.4, in terza posizione, nonostante una gradazione BB, segno che operare nella finanza decentralizzata offre, ad oggi, relativamente meno garanzie rispetto a enti regolamentati.

Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

Ultime notizie

Scopri le 10 ABITUDINI per la tua SICUREZZA CRYPTO.

Inserisci la tua email qua sotto per ricevere SUBITO la GUIDA in PDF: Riceverai la GUIDA via email