Il primo ETF europeo su bitcoin sarà lanciato entro la fine del mese

Il primo ETF europeo su bitcoin sarà lanciato alla fine del mese, quotato come BCOIN su Euronext Amsterdam.

Pronto il primo ETF spot per i mercati europei

Dopo un anno di ritardo, il fondo d’investimento Jacobi Asset Management ha dichiarato che lancerà ufficialmente il suo ETF spot su bitcoin entro la fine di luglio 2023. La licenza per emettere questo strumento finanziario era già stata ottenuta alla fine del 2021 e il fondo si preparava al rilascio nel luglio del 2022. A causa della complessa situazione, derivata principalmente dai fallimenti dell’ecosistema Terra/Luna e dell’exchange FTX, il lancio di questo ETF era stato posticipato a data indefinita. Dopo un anno preciso, l’asset manager ha dichiarato al Financial Times di aver deciso di lanciare ora l’ETF perché ha visto un graduale cambiamento favorevole della situazione del mercato.

Caratteristiche di questo ETF

Come abbiamo capito, si tratta di un vero ETF spot, questo significa che chi investirà in quel fondo possiederà una quota di questo e quindi di bitcoin. Verrà lanciato sulla borsa Euronext di Amsterdam e il suo ticker sarà BCOIN. Come detto prima, Jacobi ha ottenuto per la prima volta l’approvazione dell’ETF dall’autorità di regolamentazione finanziaria di Guernsey nell’ottobre 2021. Jacobi Asset Management ha dichiarato che le monete possedute dal fondo saranno sottoposte a revisione indipendente e custodite presso Fidelity Digital Assets. Fino ad oggi erano presenti solo ETN (Exchange Traded Notes) su criptovalute in Europa. La differenza principale tra un ETN e un ETF è che l’azionista dell’ETF possiede una parte delle attività sottostanti del fondo, mentre gli investitori dell’ETN possiedono un titolo di debito. Infine, gli ETF, a differenza degli ETN, non possono essere soggetti a leva finanziaria o utilizzare derivati.

L’Europa batte l’America

Come abbiamo visto in questo articolo, recentemente molte società d’investimento americane hanno richiesto alla SEC l’emissione del primo ETF spot bitcoin per i cittadini americani. Nonostante molti analisti pensino che questa sia la volta buona, ad oggi non è stato accettato alcun ETF sul suolo statunitense, rendendo di fatto l’America più arretrata rispetto all’Europa. Nonostante ciò, l’attenzione di tutti rimane sull’approvazione di un ETF in America, mentre questo qui in Europa passa abbastanza inosservato, questo perché, come sappiamo, il mondo finanziario e i maggiori volumi sono raccolti sulle borse americane e quindi l’arrivo di un ETF su queste borse porterebbe un’ondata di liquidità enorme a questo mondo.

Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

Ultime notizie

Scopri le 10 ABITUDINI per la tua SICUREZZA CRYPTO.

Inserisci la tua email qua sotto per ricevere SUBITO la GUIDA in PDF: Riceverai la GUIDA via email