Ieri $800 milioni di liquidazioni!

Giornata incredibile quella di ieri per bitcoin che ha raggiunto i $64.000 per poi crollare a $57.000 pochi minuti dopo.

Riassunto della giornata di ieri

Insieme a chi fa parte del nostro fantastico gruppo di telegram, ieri abbiamo commentato, quasi minuto per minuto, tutti i movimenti di prezzo di bitcoin, dato che è stata una giornata veramente incredibile.

Alle 8 di mattina, bitcoin si trovava tranquillamente intorno a una quotazione di $57.000 per singola moneta.

La quiete è stata poi interrotta quando, in sole due ore, ha raggiunto i $59.500, un incremento del 3,5% molto rapido che ha colto molti trader alla sprovvista e ha portato alle prime liquidazioni di giornata.

Ma il bello doveva ancora venire.

Dopo pranzo, BTC ha continuato la sua incredibile ascesa e dalle 14:00 alle 18:00 è passato da $59.500 a un massimo di $64.000, aumentando ancora di un ulteriore 7,5%!

Ovviamente, quando avvengono questi incredibili movimenti di prezzo al rialzo, sono molte le posizioni short che vengono liquidate, con invece le posizioni long che accumulano profitti incredibili.

Il flash crash delle 18

Questo momento “up-only” ha quindi portato alla creazione di nuove posizioni long sui vari exchange; posizioni che però hanno visto una liquidazione di massa quando il prezzo, in pochi minuti, è crollato dai $64.000 ai $57.300.

Il motivo di questo crash?

Il tutto nasce da Coinbase, uno degli exchange leader di tutto l’ecosistema.

Proprio verso le 18:00 hanno avuto dei problemi lato applicazione, in quanto erano troppi gli utenti che stavano provando ad utilizzarla. Questo ha portato a un malfunzionamento dell’app, il che ha fatto partire il panico fra gli investitori che hanno deciso, almeno in parte, di vendere le loro posizioni di BTC, causando il crash che abbiamo appena visto.

Liquidazioni a cascata

In 24 ore sono stati liquidati 800 milioni di dollari ai trader e questa è la seconda liquidazione giornaliera più grande che ci sia mai stata nel mondo crypto.

Quello che è molto particolare della liquidazione generale che abbiamo visto nelle ultime ore è che è stata più o meno paragonabile in termini di volumi sia lato short che lato long.

Solitamente, quando ci sono liquidazioni massicce a causa di importanti movimenti di prezzo, è un lato a soffrire di più.

Se, per esempio, bitcoin subisce un crash del prezzo, allora saranno soprattutto le posizioni long a essere liquidate.

Ieri, invece, abbiamo assistito a un bilanciamento tra i due lati, questo a causa della situazione incredibile che si è verificata dopo i malfunzionamenti dell’applicazione di Coinbase.

Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

Ultime notizie

Scopri le 10 ABITUDINI per la tua SICUREZZA CRYPTO.

Inserisci la tua email qua sotto per ricevere SUBITO la GUIDA in PDF: Riceverai la GUIDA via email