FTX continua la liquidazione dei suoi asset

Nelle ultime ore, FTX ha ottenuto l'approvazione per avviare la liquidazione delle sue posizioni in fondi gestiti principalmente da Grayscale.
FTX liquidazione assets

I trust di Grayscale

Grayscale è una società americana di gestione patrimoniale fondata nel 2013, concentrata soprattutto nell’offrire soluzioni d’investimento nel mondo delle criptovalute. La società fornisce diversi trust, ovvero strumenti simili agli ETF, che contengono singole criptovalute come BTC o ETH, oppure un paniere di queste, come le top 10 per capitalizzazione. Questi trust sono strumenti utilizzati da enti istituzionali per investire nel mondo delle criptovalute senza gestire direttamente i fondi. Attualmente, Grayscale è proprio una di quelle banche d’investimento che sta partecipando alla corsa per l’approvazione dell’ETF spot, cercando di convertire il suo trust su BTC in un vero ETF spot su bitcoin.

Quali sono le quote di FTX

Anche l’ormai fallito FTX aveva accumulato quote di questi trust e ora ha ricevuto l’approvazione per iniziare la liquidazione di questi asset. L’infografica che segue mostra chiaramente le quote possedute da FTX, che sono quasi tutti trust emessi da Grayscale, ad eccezione di uno emesso da Bitwise. L’importo complessivo di tutte le quote ammonta a 744 milioni di dollari, principalmente investiti in posizioni su BTC e ETH.

FTX è ora libero di iniziare la liquidazione di questi fondi, finalizzata a ripagare gli utenti che hanno subito perdite durante il fallimento. È importante sottolineare che, sebbene la vendita di queste quote teoricamente non influenzi il prezzo dell’asset sottostante, FTX deve procedere alla liquidazione in modo graduale per evitare di compromettere la liquidità nei trust e massimizzare il controvalore in dollari recuperato.

Il futuro di FTX

Quanto al futuro di FTX, nonostante le procedure di liquidazione procedono lentamente, come vi abbiamo raccontato in questo articolo, l’exchange ha la possibilità di essere rilanciato nei prossimi mesi o anni. Tuttavia, prima di ogni potenziale rilancio, i curatori fallimentari devono almeno parzialmente ripagare coloro che hanno subito perdite durante questa difficile situazione. Al momento, però non ci sono date o previsioni precise e si può solo che attendere sviluppi futuri.

Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

Ultime notizie

Scopri le 10 ABITUDINI per la tua SICUREZZA CRYPTO.

Inserisci la tua email qua sotto per ricevere SUBITO la GUIDA in PDF: Riceverai la GUIDA via email