Cos’è un wallet multi-sig e perché potrebbe servirti

I wallet multi-sig aumentano la sicurezza nella gestione dei crypto-asset e bisogna conoscerli per sfruttarli a proprio favore.

Contenuti dell'articolo

Introduzione ai wallet crypto

Per interagire con una blockchain è necessario, in primo luogo, essere in possesso di un wallet non custodial come per esempio MetaMask o Phantom.

Nel corso dei mesi abbiamo affrontato questo argomento più volte, ma ci basti sapere che un wallet non custodial è il luogo dove saranno depositate le nostre criptovalute e l’interfaccia tramite la quale gestiremo i nostri crypto-asset, sia inviandoli ad altri indirizzi sia interagendo con i vari smart contracts all’interno della finanza decentralizzata.

Il portafoglio non custodial più diffuso ad oggi è sicuramente quello di MetaMask, del quale ho completato un tutorial sul mio canale YouTube.

Cos’è un wallet multi-sig

Un portafoglio multi-sig (abbreviazione di multi signature) non è altro che un portafoglio non custodial classico, ma con un meccanismo di sicurezza superiore, in quanto, come suggerisce il nome, sono richieste più firme per approvare delle transazioni.

Se nel nostro portafoglio MetaMask “standard”, al momento di inviare una transazione, è necessaria solo la nostra singola firma, in un portafoglio non custodial multi-sig, saranno necessarie almeno due firme contemporaneamente per confermare l’invio di una transazione all’interno della blockchain.

Possiamo pensare a un portafoglio multi-sig come a un conto bancario condiviso, dove più firmatari devono approvare un pagamento o un prelievo prima confermarlo.

Il vantaggio principale nell’utilizzo di questa soluzione di portafoglio è, ovviamente, il maggiore livello di sicurezza che riesce a garantire, ovviamente a costo di una usabilità meno semplice e rapida.

Perché utilizzare un wallet multi-sig

L’utilizzo di un multi-sig potrebbe essere un qualcosa di eccessivo per quello che potremmo definire l’utente standard del panorama DeFi; tuttavia, quando si parla invece di organizzazioni, dApp decentralizzate, gestioni familiari o fondi controllati da più gestori, questo diventa uno strumento imprescindibile e di vitale importanza.

Le dApp, sono fra le entità che più utilizzano wallet con multi-sig. Pensiamo a progetti come Aave, Uniswap, Curve che gestiscono treasury e wallet con decine di milioni di dollari al loro interno.

Quello che fanno solitamente è distribuire le chiavi private dei wallet fra i membri principali del team, così che nessuno membro singolo possa agire contro il progetto e sottrarre tutti i fondi con una singola transazione.

Aumentando il numero di firmatari necessari, si diminuisce il rischio di dunque perdita dei fondi e si aumenta la sicurezza generale della dApp.

Le organizzazioni di qualsiasi genere, come aziende centralizzate, CEX, o gruppi che operano con fondi condivisi, devono utilizzare wallet multi-sig anche per questioni legali sempre legate alla sicurezza dei fondi.

Sarebbe preoccupante se, per esempio, i wallet di un exchange centralizzato fossero in gestione a una singola persona.

Per la gestione familiare: i wallet multi-sig trovano grande utilizzo anche per una gestione più privata e familiare.

Gestendo gli asset di una famiglia tramite multi-sig si riesce ad avere un controllo dei fondi migliore rispetto magari a classici conti corrente e, se vogliamo essere cinici, anche  in caso di necessità di successione dei fondi, i wallet multi-sig sono una soluzione pratica.

Come si crea praticamente un wallet multi-sig

Vediamo ora un mini-tutorial su come creare un wallet multi-sig. In questo caso utilizzerò Gnosis SAFE come servizio, in quanto è il leader di mercato in questo momento.

Vedrete che il procedimento è meno complesso del previsto!

1° Passo – Selezione dei partecipanti

La prima cosa da fare se si vuole creare un wallet multi-sig gestito da più persone è, ovviamente, quella di trovare dei compagni fidati, in quanto, una volta distribuite le chiavi di gestione, nulla potrà più cambiare lato sicurezza di quel wallet.

2° Passo – Inizio della configurazione

Recarsi sul sito dedicato, in questo caso SAFE e connettersi con il proprio portafoglio non custodial classico. Questo sarà l’address dal quale nascerà il nuovo wallet multi-sig.

In questa prima fase è richiesto di selezionare la chain sulla quale si vuole creare il multi-sig, io ho scelto Sepolia, ovvero una testnet di Ethereum.

3° Passo – Aggiungere gli altri partecipanti

Una volta decisa la chain e anche il nome del nuovo wallet, bisogna aggiungere gli altri partecipanti che faranno parte di questo multi-sig.

In questo caso ho deciso di aggiungere altri 4 address, arrivando dunque ad un totale di 5 gestori.

4° Passo – Selezionare la Threshold di funzionamento

L’ultimo step è decidere la threshold di questo multi-sig, ovvero decidere quante firme devono essere presenti per confermare una transazione.

Posso decidere sia il minimo, ovvero due firme, che il massimo, ovvero cinque.

In questo caso decido di selezionare tre, il che significa che servirà la firma contemporanea di almeno tre di questi cinque wallet per confermare una transazione.

Ecco che abbiamo completato la configurazione di un wallet multi-sig.

Ora basterà semplicemente dare la conferma con una transazione on-chain e il portafoglio sarà creato in pochi secondi.

Conclusioni

I wallet multi-sig sono un tassello fondamentale per la sicurezza all’interno del mondo crypto e senza di questi l’intero settore sarebbe molto più pericoloso e meno sicuro.

Imparare a creare ed utilizzare un wallet multi-sig potrà sicuramente venirvi utile nel corso della vostra vita da crypto-investitori e speriamo di avervi aiutato con l’articolo di oggi.

Per qualsiasi dubbio o precisazione vi aspetto all’interno del canale telegram dedicato alla nostra community!

Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

Ultime notizie

Scopri le 10 ABITUDINI per la tua SICUREZZA CRYPTO.

Inserisci la tua email qua sotto per ricevere SUBITO la GUIDA in PDF: Riceverai la GUIDA via email