Blockchain e App-chain: Qual’è la Differenza?

Le App-chain stanno diventando sempre più rilevanti nel mondo della finanza decentralizzata. Scopriamo cosa sono e come si differenziano dalle blockchain tradizionali.

Contenuti dell'articolo

Cos’è una App-chain?

Un’App-chain è una blockchain progettata specificatamente per eseguire una singola dApp o un insieme specifico di dApp simili. Questo concetto di sviluppo si è particolarmente evoluto durante l’ultimo bear market, con molti progetti che hanno scelto di sviluppare le proprie App-chain. Un esempio famoso è quello di dYdX, l’exchange di perpetual che ha deciso di creare la propria blockchain per offrire una migliore esperienza di trading ai suoi utenti che ora possono operare a commissioni molto minori rispetto a prima.

Come si crea una App-chain e i suoi vantaggi

Un’App-chain può essere vista come una blockchain layer 1 specializzata per una singola applicazione nata su un layer 0 che le fornisce la struttura di base, la sicurezza e l’interoperabilità con tutte le altre App-chain create nel suo ecosistema.

Data la natura specifica di un’App-chain, gli sviluppatori hanno piena libertà nel codice per renderla il più efficiente possibile per l’uso specifico previsto. In generale, questa tipologia di blockchain specifica offre benefici in termini di scalabilità ed efficienza rispetto alle blockchain generaliste, dove non è possibile ottenere un’ottimizzazione simile del codice.

Un altro vantaggio delle App-chain è che riducono notevolmente il rischio di congestione della rete. Essendo una struttura dedicata a una singola applicazione decentralizzata, è molto meno probabile che si raggiunga uno stato di congestione e, di conseguenza, che si verifichino costi elevati per le transazioni.

Le App-chain più importanti

Prima di tutto, è importante identificare gli ecosistemi che favoriscono la nascita di App-chain, tra i quali spiccano sicuramente Cosmos con il Cosmos SDK, Polygon con il Polygon CDK e Polkadot con le sue parachain. Questi sono i layer 0 su cui vengono create le App-chain più famose ed utilizzate in tutta la finanza decentralizzata.

  • Osmosis è una delle App-chain più capitalizzate all’interno dell’ecosistema creato da Cosmos.
  • DYdX, come già accennato, è un’altra dApp che ha creato la propria App-chain, anch’essa all’interno del Cosmos SDK.
  • Anche nel mondo del gaming cripto ci sono stati movimenti verso le App-chain, con esempi come Axie Infinity e DeFi Kingdoms, solo alcuni dei giochi che hanno portato il loro gameplay su una blockchain dedicata.

Il futuro sarà App-chain?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo prima considerare anche gli svantaggi delle App-chain se confrontate con le blockchain tradizionali, come quella di Ethereum, per esempio.

Il primo grande svantaggio è che queste, pur ereditando la sicurezza del layer principale, presentano più punti di centralizzazione e quindi di potenziale attacco rispetto a blockchain più capitalizzate e distribuite. Un altro svantaggio riguarda la liquidità: costruendo una App-chain, ci si distacca dalla blockchain madre, dove probabilmente c’è maggiore disponibilità di liquidità, con tutti i benefici che ne conseguono.

Soluzioni strutturate come quella di Cosmos e quella di Polygon possono però risolvere questi problemi e permettere veramente un futuro dove le principali dApp avranno ognuna la loro blockchain specifica.

Questo contenuto è frutto del lavoro di persone che amano il mondo Crypto. Seguici sui nostri canali!
Condividi su

Ultime notizie

Scopri le 10 ABITUDINI per la tua SICUREZZA CRYPTO.

Inserisci la tua email qua sotto per ricevere SUBITO la GUIDA in PDF: Riceverai la GUIDA via email